Post

RITRATTO DEI CONIUGI ARNOLFINI - L’intricato capolavoro simbolico di Jan van Eyck

Immagine
Il Ritratto dei coniugi Arnolfini è un dipinto a olio del 1434 realizzato su tavola dal pittore fiammingo Jan van Eyck. E' un doppio ritratto a figura intera, che si ritiene raffiguri il mercante italiano Giovanni di Nicolao Arnolfini e sua moglie, presumibilmente ritratti nella loro casa di Bruges, nelle Fiandre.
E' considerato uno dei più originali e complessi dipinti dell'arte occidentale, per via della sua bellezza, della sua iconografia complessa, per la geometria della prospettiva ortogonale e per l'espansione dello spazio pittorico ottenuto tramite l'inserimento, nel dipinto, di uno specchio.

Si ritiene che la coppia sia già sposata, per via del copricapo indossato dalla donna. Una donna non sposata avrebbe portato i capelli sciolti. Il posizionamento delle due figure richiama le vedute tipiche del Quindicesimo secolo sul matrimonio e sul ruolo dei sessi comuni nel Quindicesimo secolo – la donna sta vicino al letto e verso l'interno della stanza, a simbole…

IL POST-IMPRESSIONISMO : sintesi dei maggiori esponenti e delle loro migliori opere

Immagine
Ho realizzato queste slides con l'ausilio di Power Point durante il quinto anno di scuola superiore, ho dunque pensato di arricchirle rispetto a come erano in precedenza, scegliendo di condividerle con voi qui sulla mia pagina web. Le propongo come una sorta di lezione di ripasso per coloro che sono già avvezzi a questo argomento.  Spero possiate prendere spunto, ripassare e chiarire un qualsivoglia dubbio durante l'osservazione di tali diapositive. 
Vi auguro una buona lettura, ci rivediamo in fondo al post nella sezione dedicata ai commenti!!

















LE DONNE DELLA STORIA DELL'ARTE: IL MONDO SURREALISTA DI DORA MAAR

Immagine
LE DONNE DELLA STORIA DELL'ARTE   IL MONDO SURREALISTA DI DORA MAAR

Il nome Dora Maar (1907 - 1997) rimanda la maggior parte delle persone al nome di Picasso. Ma oltre ad essere la sua musa e amante, era anche un'artista ambiziosa e una progressista. Prima ancora che si fossero incontrati, era già nota come fotografa surrealista e difendeva gli ideali di sinistra degli anni '30. Picasso la dipinse come una donna piangente ( in "donna che piange" del 1937), ma come leggerete, lei era molto più di questo! Maar era destinata a farsi un nome nei circoli artistici surrealisti. Nata Henriette Theodora Markovitch, figlia di una madre francese e padre croato, ha incontrato coloro che erano destinati ad entrare in contatto con il vasto movimento surrealista.  Maar ha studiato arte in varie scuole: l'Unione Centrale delle Arti Decorative (già una scuola progressiva in cui le ragazze imparavano le arti decorative), la Scuola di Fotografia e la Scuola d'Arte di Parigi …

MARE MOSSO AD ETRETAT - UN DIVERSO CLAUDE MONET

Immagine
Il dipinto raffigura un mare in tempesta in una giornata invernale. La scogliera nello sfondo è Étretat (Senna marittima); Monet soggiornò spesso in questo luogo durante l'inverno del 1864-65 e scrisse: "Passo le giornate all'aperto sulla roccia quando è bel tempo (...) e naturalmente sono sempre all'opera". Monet realizzò il dipinto dalla finestra della sua stanza d'albergo nel febbraio del 1883. In primo piano, due pescatori stanno affianco alle loro imbarcazioni ed ad altre "caloges" (scafi in disuso utilizzati come magazzini) nel ristretto spazio a disposizione. La forma pittoresca della scogliera spicca dalla cortina di pioggia che vena il cielo in lontananza, con le sue pennellate orizzontali che ne enfatizzano gli strati della roccia. Colpite da forti venti, le onde perlacee - dipinte con spirali rapide e vibranti - riempiono la parte centrale dell'immagine. 


SAN GIORGIO MAGGIORE AL CREPUSCOLO

Immagine
All’età di 68 anni, Monet e sua moglie si recarono a Venezia. Sebbene riluttante a dipingere soggetti che erano già stati più volte rappresentati da altri artisti, il pittore non aveva intenzione di creare quadri durante il soggiorno. Ma, quando arrivò, rimase estasiato dalle vedute di Venezia. Mandò a prendere il suo materiale pittorico e, nell’Ottobre 1908, iniziò a dipingere una serie di opere preliminari, una delle quali era “San Giorgio Maggiore al Crepuscolo”.Ogni sera, nel tardo Novembre 1908, Monet e sua moglie fecero viaggi in gondola per godersi “questi splendidi tramonti, unici al mondo".


LA NASCITA DI VENERE - CABANEL

Immagine
La "Nascita di Venere" fu uno dei grandi successi del Salon di Parigi del 1863. Tipico della tecnica virtuosa di Cabanel, questo dipinto è un perfetto esempio del gusto artistico popolare e ufficiale del periodo. Come possiamo leggere sul sito del Musé d'Orsay sito web : "Cabanel ha preso come soggetto un famoso episodio della mitologia classica, ovvero quando Venus nasce e si forma dalla schiuma del mare e viene portata a riva sull'isola di cipro. Questo tema, molto popolare nel 19 ° secolo, ha offerto ad alcuni artisti l'opportunità di introdurre l'erotismo senza offendere la moralità pubblica , con il pretesto di rappresentare un soggetto classico. Per Cabanel il tema mitologico è in effetti un pretesto per la rappresentazione di una figura nuda, che, sebbene idealizzata, è comunque rappresentata in una posa lasciva. " Puoi trovare altre rappresentazioni di Venere in arte qui . A presto! 


ONE MINUTE ART HISTORY - il video che ti racconta la storia dell'arte con i fotogrammi

https://youtu.be/4nUBPAJcH-E